mercoledì 19 novembre 2014

il terzo fuoco

Nascono Fride...alcune sanno già dove andranno a vivere,altre verranno con me a Verona
Vuoi vedere come nascono?

Prima faccio uno schizzo con la matita vetrografica
Poi posso preparare i colori per il terzo fuoco
Sai perché la decorazione a terzo fuoco si chiama così? Perché si arriva alla decorazione in tre fasi;
una prima cottura dell'argilla per ottenere il biscotto grezzo,poi la smaltatura e la seconda cottura,infine la decorazione e la terza cottura,terzo fuoco appunto!
I colori usati sono essenzialmente degli ossidi metallici con l'aggiunta di un fondente e si presentano come polveri da miscelare nella giusta quantità con resine e olii in buona parte ottenuti dalla distillazione di vegetali.
La cottura dopo la decorazione viene fatta nuovamente in un forno per ceramica,ma a temperature più basse delle cotture precedenti,raggiunge i 780 gradi nel giro di 8 ore e seguono altrettante ore di raffreddamento.
Una volta cotto il dipinto resterà indelebile,penetrato nella cristallina non cambierà nel corso del tempo.

Iniziano a prendere forma i Frida-vasi-viso


Un filo di trucco...

Tanti bei capelli neri...


Orecchini d'oro..


Pronte per passare la notte in forno! 
"Frida dici farà caldo?"
"Molto caldo Fri..."
"Bene perché sono freddolosa!"
"Buona notte!"



Dopo la cottura..pronte per scoprire il mondo!



lunedì 10 novembre 2014

Ci risiamo...

Work in progress sul mio tavolo...
Oggi tra una pennellata e l'altra ho dovuto (si proprio dovuto) dedicarmi ad un dolce..e quando il dovere chiama,Monila risponde!
Hai mai provato a fare una chiffon cake? É una ciambella americana,altissima,sofficissima,buonissima!
Io ho seguito la ricetta del blog di Raffaella,la trovate qui!

Lo stampo in alluminio va capovolto e la chiffon cake
si staccherà magicamente!

Fuori pioveva...e in casa regnava un profumo di dolce morbidezza
{alta 10 cm}

Ecco,ci risiamo...la copertura di cioccolato fondente non é
ancora asciutta ma noi non abbiamo saputo aspettare..


Grazie Raffaella per la condivisione di questa meravigliosa torta...e tu?
Non puoi non provarla ^_^

venerdì 7 novembre 2014

Il freddo non ci spaventa!

Sono un po' preoccupata....il mio assistente ha provato la brezza di posare come modello....sembra gli sia piaciuto!
Non é che mi lascerà a pitturare da sola,con la sola musica come compagnia...e si dedicherà a nuove attività!?
...cappuccetto rosso ci fa un baffo!
Scherzi a parte...il mio assistente non mi molla un attimo e non cambierà certo abitudini ^_^
Questa era solo una foto scherzosa per dimostrare che il cappuccio Handmade é piaciuto a tutti in casa...ma proprio a tutti ^_^
Devo dire grazie ad una brillante quarantenne,archeologa,autrice di testi scolastici,guida turistica e organizzatrice e anche abile crocchettara!
Puoi conoscerla meglio qui o  qui e anche qui !
Grazie Alessandra per aver trovato tempo anche per noi...con questo cappuccio il freddo non ci spaventa!
{ Adesso chi lo spiega a barone che il cappuccio non è suo?! }

martedì 4 novembre 2014

Work in progress

Non mi sento metereopatica...forse il mio assistente invece lo é!
Oggi piove,tira vento....e lui é in modalità ciambella!
Lo accompagna la musica che ascolto mentre dipingo...

Ciambella
...una ciambella dolcissima!
Home
 "Home sweet home" in progress
Tra un soffio di vento,
pioggia che batte sui vetri,
e un timido raggio di sole e una ronfata di barone dipingo
case e casette che diventeranno calamite!

domenica 2 novembre 2014

Frida Kahlo

Se penso a Frida Kahlo,la pittrice messicana,la prima cosa che mi viene in mente sono i fiori che portava intrecciati tra i capelli...
Soffrì la polio da bambina e a 18 anni un tragico incidente stradale le danneggiò la colonna vertebrale, subì 32 interventi chirurgici e fu costretta a letto per molti anni.
Frida ha usato la moda per sentirsi più forte.
Non amo particolarmente i suoi quadri..ma mi piace come l'abbigliamento messicano,floreale e colorato,unito a nastri e fiori nei capelli la rendessero unica,distogliendo il pensiero dalla sua salute cagionevole!
Ha creato il suo stile,ha dimostrato che non esiste una formula per la bellezza,ha conservato le sue caratteristiche naturali,sopracciglia unite e i baffetti...fiduciosa di essere bella.
Il suo stile era parte della sua vita e della sua arte.
Così..avendo un vaso tra le mani,bianco,tondo che quasi mi ricordava un viso...pensandolo riempito di fiori,ci ho immaginato dipinto il viso di Frida...chi sarebbe stata più felice di lei ad avere fiori freschi,colorati e profumati tra i capelli?!
E poi..da lì ai vasi a figura intera il passo é stato breve!

Vaso


Vaso








 ...non so se i miei vasi Frida si sono ispirati alle mie calze nella scelta
dei loro fiori o viceversa..comunque ci siamo ritrovate
sorridenti e abbinate! 


Tu preferisci Frida con scimmietta o pappagallo?!